Assicurazione, Risarcimento danni

Gli indirizzi #PEC delle imprese assicuratrici

logo_pec

Salve a tutti.

Dopo un periodo di rilassatezza e distensione, ci lasciamo alle spalle con il magone sullo stomaco il mese di agosto, dove le giornate scorrono lente e silenziose, piene di sole e mare, tra infinite spiagge e tramonti suggestivi.

Arriva settembre che con sé porta inesorabilmente l’autunno. Ma settembre è un pò un mese di ripartenza e ci trova carichi di buone intenzioni e con l’auspicio di acquisire numerosi incarichi!

Per questo motivo apro il mese di settembre inserendo l’elenco degli indirizzi PEC (posta elettronica certificata).

Con l’utilizzo della PEC è possibile inviare le Vostre richieste di risarcimento danni per conto dei clienti in modo rapido e sicuro e  con lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento. Viene di fatto istituita come versione digitale della raccomandata con ricevuta di ritorno, puntando a rendere più agili, immediati ed economici, tutti gli scambi di informazioni tra i soggetti interessati, sfruttando le potenzialità del digitale.

In base alla Legge 2/2009 anche i professionisti e le società, tra cui le imprese di assicurazione, hanno l’obbligo di dotarsi di PEC.

Abbiamo inserito una apposita pagina con gli indirizzi PEC in continuo aggiornamento.

Puoi visualizzare l’elenco cliccando sulla figura:

logo_pec

Chiunque vuole comunicare ulteriori indirizzi aggiornati o non presenti nell’elenco, può inserirgli nei commenti. Grazie!

Per finire, se vuoi essere sempre aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter cliccando qui.

213 pensieri su “Gli indirizzi #PEC delle imprese assicuratrici”

  1. Lodevole iniziativa, ottimo! Segnalo che manca l’indirizzo PEC di Alleanza Assicurazioni Spa che da circa un Anno si è divisa da Toro. Tale indirizzo non è reperibile nè on line nè in altro modo e ciò è contro le prescrizioni di legge…potete interessarvi della cosa?

    "Mi piace"

    1. l’indirizzo è obbligatorio solo fra pubblica amministrazione e imprese, non è perciò obbligatorio diffonderlo se non ai diretti interessati.
      questo è quanto mi è stato detto.
      Segnalo inoltre che come dice Edoardo toro ora è sotto Generali Italia e ha la stessa pec della stessa, assieme augusta lloyd italico e ina

      "Mi piace"

      1. Buongiorno Giovanni,
        innanzitutto grazie per le tue precisazioni.
        La Pec della Toro Assicurazioni l’abbiamo aggiornata (vedi Generali Toro).
        Per quanto interessa l’obbligatorietà o meno della PEC di seguito allego le informazioni ufficiali in nostro possesso. Se sono a tua disposizione informazioni e/o riferimenti diversi in proposito siamo lieti di pubblicarli.
        Saluti
        L.M.

        PEC OBBLIGATORIA
        Dal 21 ottobre 2012 anche le imprese individuali che si iscrivono al registro delle imprese o all’albo delle imprese artigiane devono dotarsi di una casella di posta elettronica certificata (PEC). A stabilirlo è il decreto crescita bis del governo Monti, entrato in vigore il 20 ottobre.

        Per il mondo delle imprese costituite in forma societaria, l’obbligo di dotarsi della PEC è stato introdotto da più di tre anni con il D.l. 185/2008. Il D.l. 185/2008 aveva reso l’obbligo immediatamente operativo solo per le società di nuova costituzione. Per quelle già costituite alla data del 29 novembre 2008 (entrata in vigore del D.l. 185/2008), il termine per la comunicazione è stato modificato più volte: inizialmente fissato al 29 novembre 2011, poi le Camere di Commercio sono state invitate a non applicare alcuna sanzione alle imprese ritardatarie almeno fino all’inizio del 2012. Il D.l. 5/2012, che inizialmente ha disposto la proroga del termine al 30.06.2012, poi “sfumata” in sede di conversione in legge, ha definito la sanzione in una sospensione per tre mesi della domanda di iscrizione presentata dalla società inadempiente.

        E’ ora scattato l’obbligo di dotarsi della PEC anche per le imprese individuali (definite come da art. 5 commi 1 e 2 del D.l. 179/2012) che si iscrivono al registro imprese a partire dal 21 ottobre 2012 (ovvero dopo la data di entrata in vigore del D.l. 179/2012), e per quelle già iscritte alla stessa data, non soggette a procedure concorsuali.
        Per quest’ultime però c’è più tempo: esse dovranno depositare presso il registro delle imprese il proprio indirizzo PEC entro il 31 dicembre 2013.
        La sanzione, per la nuova impresa che presenta la domanda di iscrizione al registro imprese senza il deposito della PEC, è la sospensione della domanda per 3 mesi, in attesa dell’integrazione della domanda con l’indirizzo di posta certificata. In tale circostanza non viene applicata la sanzione amministrativa pecuniaria da 103 euro a 1.032 euro prevista dall’art. 2630 del Codice Civile.

        Obbligatorietà PEC
        Soggetti PEC Scadenza

        Società di nuova costituzione obbligo PEC immediata dal 29/11/2008
        Società costituite prima del 29/11/2008 obbligo PEC entro il 29/11/2011
        Professionisti obbligo PEC entro il 29/11/2009
        Pubblica Amministrazione obbligo PEC immediata dal 29/11/2008
        Ditte individuali di nuova costituzione obbligo PEC immediata dal 21/10/2012
        Ditte individuali costituite prima del 21/10/2012 obbligo PEC entro il 31/12/2013
        Privati PEC consigliata

        "Mi piace"

      2. Ci tengo a precisare la mia affermazione era riferita al fatto che sia “obbligatorio” renderla pubblica… cosa che non è vera…. si parla effettivamente solo di registare un dominio Pec per ogni azienda / ditta individuale.
        a quant
        Ciò non implica che la Compagnia assicuratrice sia Obbligata a comunicarla ai clienti o pubblicarla sul proprio sito o carta intestata.
        in quanto l’art art.16, comma 6 (legge 2/2009), non prevede altro obbligo oltre alla comunicazione al Registro Imprese della casella PEC.

        "Mi piace"

  2. SEGNALAZIONE : l’indirizzo in elenco della dialogo assicurazioni non è corretto. inviando a quell’indirizzo una pec arriva una risposta automatica: ( è stato rilevato un errore. Il presente indirizzo di Posta PEC non è più attivo e viene sostituito da dialogo.assicurazioni@pec.unipol.it).
    purtroppo utilizzando l’indirizzo indicato il messaggio non viene cmq recapitato: (Impossibile raggiungere i destinatari seguenti:
    ‘dialogo.assicurazioni@pec.unipol.it.’ 14/01/2015 17:41
    Errore server: “Destinatario non valido”)
    potete verificare x cortesia ?
    Nicoletta

    "Mi piace"

    1. Grazie per la segnalazione Nicoletta. L’indirizzo PEC di Dialogo Assicurazioni è stato aggiornato. Confermiamo che l’indirizzo attivo è il seguente dialogo.assicurazioni@pec.unipol.it.
      Inoltre, abbiamo effettuato una prova che è stata ricevuta correttamente (Ricevuta di avvenuta consegna
      Il giorno 14/01/2015 alle ore 22:56:27 (+0100) il messaggio
      “Prova mail” proveniente da “infortunisticamercurio@pec.it”
      ed indirizzato a: “dialogo.assicurazioni@pec.unipol.it”
      è stato consegnato nella casella di destinazione).

      "Mi piace"

  3. Buonasera, vorrei segnalare che da quando Toro Assicurazioni è stata assorbita da Generali Italia S.p.A., ex Assicurazioni Genelari S.p.A., l’indirizzo pec è lo stesso della casa madre ossia generaliitalia@pec.generaligroup.com come riportato in calce al Rendiconto Riepilogativo e prospetto della composizione della gestione separata. Forse funziona ancora il vecchio indirizzo PEC ma per sicurezza scriverei al nuovo o ad entrambi.

    "Mi piace"

  4. Ho appena inviato alla Aviva Assicurazioni S.p.A. (per un sinistro RC-Auto) una comunicazione p.e.c. all’indirizzo da Voi indicato nell’elenco (aviva_assicurazioni_spa@legalmail.it), ma ho subito ricevuto una comunicazione dal sistema di “avviso di mancata consegna” e precisamente questo:
    Avviso di mancata consegna
    Il giorno 17/02/2015 alle ore 13:14:30 (+0100) nel messaggio “sinistro AVIVA n. ………………….. del 18.09.14 in ……… (…..)” proveniente da “………………………..” e destinato all’utente “aviva_assicurazioni_spa@legalmail.it” è stato rilevato un errore: l’utente non esiste
    Il messaggio è stato rifiutato dal sistema.
    Potreste effettuare un controllo?
    Vi ringrazio e Vi saluto.
    Fabrizio

    "Mi piace"

      1. Sono io che ringrazio Voi per la disponibilità e soprattutto per la prontezza nel riscontro…non è da tutti e la differenza sta e si vede proprio in queste cose. Un caro saluto a tutti Voi. Fabrizio

        "Mi piace"

    1. Buongiorno Rocco. Abbiamo verificato e l’indirizzo risulta corretto.
      Potrebbe trattarsi di un errore momentaneo o di un errore di digitazione dell’indirizzo.
      Abbiamo effettuato anche un invio di prova.
      Ricevuta di avvenuta consegna
      Il giorno 12/03/2015 alle ore 15:33:42 (+0100) il messaggio “Invio di prova” proveniente da “luigi.mercurio” ed indirizzato a “groupama@legalmail.it” è stato consegnato nella casella di destinazione
      “.
      Saluti
      L.M.

      "Mi piace"

    1. Buongiorno.
      Per inoltrare la richiesta di risarcimento bisogna inviare la raccomandata a mezzo PEC, con tutti gli allegati, presso la sede legale della compagnia designata competente, nel suo caso a Generali Italia (generaliitalia@pec.generaligroup.com). Inviare una seconda copia, senza alcun allegato, presso la Consap (consap@pec.consap.it). Per l’apertura dei sinistri, eventualmente può inviare un’ulteriore copia a Generali – apertura sinistri FGVS – (aperturasinistrifgvs.it@it.generali.com).
      Saluti
      L.M.

      "Mi piace"

    1. Buongiorno Domenico,
      abbiamo effettuato un invio di prova a axaassicurazioni@axa.legalmail.it.
      “Ricevuta di avvenuta consegna
      Il giorno 21/04/2015 alle ore 13:59:49 (+0200) il messaggio “PROVA INVIO PEC” proveniente da “============@pec.it” ed indirizzato a “axaassicurazioni@axa.legalmail.it” è stato consegnato nella casella di destinazione.

      Stai utilizzando un indirizzo PEC per l’invio oppure un indirizzo mail classico?
      Saluti
      L.M.

      "Mi piace"

    1. Salve Paolo,
      la posta elettronica certificata è un servizio di comunicazione che, tramite l’intervento di un soggetto
      certificatore, permette di ottenere una ricevuta di spedizione del proprio messaggio.
      La ricevuta di consegna ha un valore legale del tutto corrispondente
      a quello della tradizionale raccomandata con ricevuta di ritorno.
      E’ importante sottolineare che, ai fini legali, il messaggio si considera consegnato
      al destinatario quando è stato depositato nella sua casella di posta
      (non è necessaria l’effettiva lettura dello stesso da parte del destinatario).
      Quindi, la procedura è del tutto assimilabile a quella della raccomandata tradizionale
      consegnata in busta chiusa, che si considera ricevuta anche se chi la riceve,
      ad esempio, dimentica o trascura di aprirla. La disciplina particolareggiata
      della PEC è data, comunque, dal regolamento contenuto nel DPR 11 febbraio
      2005, n. 68.
      Saluti
      L.M.

      "Mi piace"

    1. Salve.
      L’aggiornamento avviene in modo continuo grazie alle attività lavorative quotidiane ed grazie alle segnalazioni degli utenti.
      Nel momento in cui si riscontrano cambiamenti, gli indirizzi vengono aggiornati nell’immediatezza.
      Saluti
      L.M.

      "Mi piace"

  5. salve a tutti, dovrei inoltrare alla compagnia richiesta di risarciemnto danni via pec, ma mi sta sorgendo il dubbio se debbo o meno firmare digitalmente la missiva.
    grazie a chiunque mi illumini!

    "Mi piace"

    1. Buonasera. La PEC e la firma digitale a differenza sono due strumenti diversi, quindi, in sostanza, non paragonabili.

      Con la firma digitale si ha la possibilità di conferire “validità” ai documenti elettronici.

      Inviare un qualsiasi documento con la posta elettronica certificata (PEC) significa assicurare integrità e identità del mittente del messaggio.
      Quindi, un documento inviato attraverso la PEC non necessita di una firma digitale.
      Saluti
      L. M.

      "Mi piace"

  6. Buongiorno,
    volevo segnalare che le pec inviate alla UNIPOL non generano mai la ricevuta di consegna, qualora ad esse vengano allegati documenti (ad esempio un atto di citazione).
    L’invio di una pec priva di allegati, va invece a buon fine.

    "Mi piace"

    1. Salve,
      il problema potrebbe essere di natura tecnica, causato dalle dimensioni dei file allegati.
      Provi a ridurre la risoluzione dei file allegati ed effettui un nuovo tentativo.
      Ci faccia sapere l’esito.
      Saluti
      L.M.

      "Mi piace"

    1. Buonasera,
      OMNIASIG S.A.
      Bld Aviatorilor nr.28
      Sector 1 RO – Bucarest.
      Email: asistenta@omniasig.ro

      Rappresentante in Italia:
      ITALIANA ASS.NI COMP. ITALIANA DI PREVIDENZA ASS. E RIASS. S.P.A.

      Note:
      Per conoscere il nome dell’impresa di assicurazione del veicolo estero ed il nome ed indirizzo del suo mandatario in Italia, è necessario inviare apposita richiesta al Centro Informazioni compilando il MODELLO A per i sinistri accaduti all’estero.

      "Mi piace"

  7. Buonasera e complimenti per l’utilissima iniziativa. A riguardo, approfitto della Vs cortesia per chiedervi se siete a conoscenza della Pec della compagnia “La Parisienne S.A.”. Ringraziandovi anticipatamente cordiali saluti

    "Mi piace"

    1. Buonasera e grazie per l’apprezzamento verso la nostra iniziativa.
      La Società LA PARISIENNE S.A. ha come rappresentante per la gestione sinistri in Italia la Società
      CORIS ASSISTANCE 24ORE, VIA CANONICA, 72 20154 MILANO. Tel.02205641 fax.0220564901.
      La richiesta può essere inviata a mezzo PEC al seguente indirizzo posta.certificata@pec.coris.it.
      Altri contatti (gestione sinistri): sinistri@coris.it Tel.: +39 02 20564.446 Fax: +39 02 20564.900.
      Cordiali saluti
      L.M.

      "Mi piace"

  8. In realtà dovrei inoltrarla alla Euro Insurance Limited, ma se non ero la sua rappresentante per l’Italia è proprio la Multi Serass..

    "Mi piace"

    1. Buongiorno,
      con effetto dal 31 dicembre 2014 si è realizzata la fusione per incorporazione della società Antonveneta Assicurazioni nella società Allianz S.p.A., avente la propria sede legale a Trieste Largo Ugo Irneri n.1.
      Di conseguenza la incorporante Allianz S.p.A a far tempo dal 31 dicembre 2014 è subentrata ad ogni effetto di legge e di contratto nei contratti di assicurazione in corso.
      Pertanto, potrà inviare le comunicazioni agli indirizzi di Allianz S.p.A.

      "Mi piace"

    1. Buongiorno.
      la PEC va inviata al seguente indirizzo: HCM@PEC.TNTPOST.IT – “Hertz Claim Management società a responsabilità limitata – in forma abbreviata “HCM S.R.L.” -, Via Del Casale Cavallari, 204 00156 ROMA – rappresentante gestione sinistri per l’Italia della società PROBUS INSURANCE COMPANY EUROPE LTD.
      Saluti
      L.M.

      "Mi piace"

    1. Buongiorno,
      purtroppo è l’unico indirizzo PEC reperibile e non risulta più attivo.
      Invia la richiesta a mezzo raccomandata A/R, eventualmente anticipando a mezzo fax e mail.
      Di seguito ti riporto i dati aziendali:
      Hertz Claim Management
      Via del Casale Cavallari, 204
      00156 Rome
      Italy
      Telephone: +39 06 89082206
      Fax: +39 06 89082240
      Email: hcmclaimsit@hertz.com
      Office Manager: Francesca Borre

      "Mi piace"

      1. Caro Mercurio, ieri ho inviato una pec alla hertz claim management all’indirizzo hcm@formulapec.it e non è stato consegnato. Solo qualche mese fa era funzionante. Ho telefonato e mi hanno dato il seguente: probusinsurance@formulapec.it
        Il problema è che tale indirizzo, che funziona, non è segnato sul sito istituzionale delle pec, quindi non c’è prova che sia il loro. Sul sito del registro pec c’è quello con hcm

        In questa fase incerta, utilizzerei la raccomandata AR

        Saluti

        Avv. Antonio Benevento

        "Mi piace"

      2. Gent.mo Avv. Benevento,
        la ringrazio per la sua comunicazione e per il consiglio di invio della richiesta danni.
        Appena sarà ufficiale la nuova pec la inserirò nell’elenco.
        Saluti
        L.M.

        "Mi piace"

  9. Salve, ho appena inviato una mail all’indirizzo “fondiaria.sai@pec.unipol.it” ricevendo il seguente messaggio di errore:

    “This is the mail system at host pecfe1.telecompost.it.

    I’m sorry to have to inform you that your message could not
    be delivered to one or more recipients. It’s attached below.

    For further assistance, please send mail to postmaster.

    If you do so, please include this problem report. You can
    delete your own text from the attached returned message.

    The mail system

    : host localhost4[127.0.0.1] said: 550 5.1.0
    id=29737-08-2 – Rejected by next-hop MTA on relaying, from
    MTA(smtp:[signmail_mx_peo]:2501): 550 Ordinary emails are not allowed for
    address (in reply to end of DATA command)

    Final-Recipient: rfc822; fondiaria.sai@pec.unipol.it
    Original-Recipient: rfc822;fondiaria.sai@pec.unipol.it
    Action: failed
    Status: 5.1.0
    Remote-MTA: dns; localhost4
    Diagnostic-Code: smtp; 550 5.1.0 id=29737-08-2 – Rejected by next-hop MTA on
    relaying, from MTA(smtp:[signmail_mx_peo]:2501): 550 Ordinary emails are
    not allowed for address ”

    Potreste gentilmente indicarmi se l’indirizzo è corretto o meno?
    Grazie mille.

    "Mi piace"

    1. Buongiorno.
      Abbiamo verificato effettuando un invio di prova con esito positivo “Ricevuta di avvenuta consegna
      Il giorno 14/09/2015 alle ore 13:47:48 (+0200) il messaggio
      “INVIO PEC PROVA” proveniente da “infortunisticamercurio@pec.it”
      ed indirizzato a: “fondiaria.sai@pec.unipol.it”
      è stato consegnato nella casella di destinazione.

      Evidentemente si è trattato di un errore temporaneo. Riprovi.
      Attenzione: l’invio deve essere effettuato con un indirizzo PEC e non con un semplice indizzo mail.

      "Mi piace"

    1. La rappresentante per la gestione sinistri per l’Italia è la HCM S.r.l., VIA DEL CASALE CAVALLARI, 204 00156 ROMA.
      L’unico indirizzo PEC reperibile (hcm@pec.tntpost.it) sembrerebbe non più attivo.
      In alternativa, invia la richiesta a mezzo raccomandata A/R, eventualmente anticipando a mezzo fax e mail.
      Di seguito ti riporto i dati aziendali:
      Hertz Claim Management
      Via del Casale Cavallari, 204
      00156 Rome
      Italy
      Telephone: +39 06 89082206
      Fax: +39 06 89082240
      Email: hcmclaimsit@hertz.com

      "Mi piace"

    2. Buonasera Arcangelo,
      da una ulteriore ricerca abbiamo individuato la PEC aggiornata della società HCM S.r.l. hertzitaliana@pecposta.it.
      “Il giorno 03/10/2015 alle ore 22:58:39 (+0200) il messaggio con Oggetto
      “Invio PROVA PEC” inviato da “info…@pec.it”
      ed indirizzato a “hertzitaliana@pecposta.it”
      è stato correttamente consegnato al destinatario”
      .
      Un cordiale saluto
      L.M.

      "Mi piace"

    1. Buonasera Aldo.
      Abbiamo effettuato una ricerca ma non ci risulta nessun indirizzo PEC valido.
      Di seguito tutti i riferimenti:
      NOVIT ASSICURAZIONI S.p.A. in L.C.A.
      Sede legale e direzione generale:
      via Pisa, 29 
      10152 Torino
      Tel: 011/4836900
      Fax: 011/4368129
      Mail: info@novitassicurazioni.it

      "Mi piace"

  10. Si rende noto che dal 15/12/2015 è attiva la nuova casella di Posta Elettronica Certificata (PEC): richiestedirisarcimento@pec.consap.it dedicata all’inoltro a Consap delle richieste di risarcimento per i sinistri di competenza del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.
    Il modulo della richiesta di risarcimento può essere scaricato dal sito istituzionale: http://www.consap.it/fondi-e-attivita/mondo-assicurativo/fondo-di-garanzia-per-le-vittime-della-strada/ e, una volta che sia stato compilato in ogni sua parte, inoltrato a Consap privo di allegati nella nuova casella PEC.
    All’Impresa Designata competente deve essere inviata separatamente una seconda copia del suddetto modulo compilato in ogni sua parte ed ogni altra documentazione necessaria per la gestione del sinistro (verbali di Polizia, documentazioni mediche, dichiarazioni testimoniali, attestazione di scopertura del Centro di Informazione Italiano, ecc..).

    "Mi piace"

  11. Buonasera, non riesco a trovare la PEC della società Alpha Insurance S.A. All’indirizzo indicato per la rappresentanza generale per l’Italia la raccomandata mi è tornata indietro perché irreperibile. Qualcuno può aiutarmi? Grazie. Mati

    "Mi piace"

    1. Salve.
      L’unico indirizzo che abbiamo in archivio è ALPHA INSURANCE Viale Delle Milizie, 34 – 00192 Roma (RM), contatti al telefonici 0689026876 o fax 0699335030.
      La Compagnia “ALPHA INSURANCE A/S”, con sede legale in Danimarca, risulta abilitata ad operare in Italia in regime di libera prestazione di servizi in vari rami danni (tra cui i rami credito e cauzioni). Da un comunicato IVASS risulta che l’impresa rendeva noto che i consumatori potranno chiedere conferma dell’autenticità dei contratti in essere a: “IFC s.r.l. – Insurance & Financial Consultant – Via Gian Giacomo Porro 8 – 00197 Roma PEC: info@pec.ifc-insurancesrl.it“. Prova ad inviare una comunicazione Pec alla predetta società per chiedere informazioni sull’attuale sede in Italia.
      Effettueremo ulteriori ricerche anche noi.
      Saluti
      L.M.

      "Mi piace"

      1. Se devo notificare un atto di citazione alla Covea dove devo notificarlo? Nella sua sede all’estero oppure in Italia e, se in Italia, dove? Grazie

        "Mi piace"

      2. Buongiorno.
        Di seguito le riporto i riferimenti della Societá Covea:
        COVEA FLEET S.A., appartenente al Gruppo Covéa con sede legale e direzione generale in Francia, 160 Rue Henri
        Champion – 72100 LE MANS, tel. +33243475700, sito internet: http://www.covea-fl eet.fr, email: contacts@covea-fl eet.fr, iscritta nel Registro delle Imprese di Le Mans al n. B.342815339 e ammessa ad operare in Italia in regime di libera prestazione di servizi con provvedimento Isvap n. II.00467 del 3 gennaio 2008 e soggetta al controllo dell’ACP – Autorité de Contrôle Prudentiel – Secteur Assurances, 61 rue Taitbout 75009 Paris.
        Nel caso di sinistri accaduti sul territorio italiano può ottenere informazioni e assistenza ai seguenti recapiti:
        COVEA FLEET, Via Filippo Turati n. 8, 20121 MILANO,
        Numero verde 800 178045 (dall’estero +39 0287087206) attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle
        17.30 – fax +39 02 62087266 – e-mail: vwfs@mach-1.it.

        "Mi piace"

  12. Salve, CLS Auto, via Ugo Bassi, 2 – Milano (MI), CENTRO LIQUIDAZIONE DANNI, che fa a capo di Generali, non ha una pec e neanche un’e-mail. Domanda: esiste o sono io a non trovarla? 🙂 Grazie e buon lavoro, il post è molto utile.

    "Mi piace"

    1. Buonasera.
      Gli unici riferimenti del CLS Generali di Milano sono i seguenti:
      Contact Center Area Liquidazione, Ugo Bassi, MILANO MI
      TEL. 800880880 – FAX 800433844 e 0412598129
      Mail e pec non esistenti.
      Un saluto e grazie per aver apprezzato il post.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.