Attualità, Risarcimento danni

Incidente contro un monopattino: l’importanza della ricostruzione dell’evento in real time

Unconscious Man Lying On Street After Accident Electric Scooter

Ripartiamo con un tema scottante: i monopattini elettrici. Per legge sono identici alle bici in città, come ha voluto il governo dal 1° gennaio 2020. Dopodiché, si è assistito a un boom tale da arrivare a un milione di monopattini di proprietà, grazie anche al bonus mobilità. Più 27.000 a noleggio nelle città. Con Milano capitale della micromobilità elettrica: 6.000 tavolette in affitto. Proprio per questo, il capoluogo lombardo detiene anche il record di incidenti: 50 sinistri al mese, spessissimo con feriti, per i monopattinisti. E proprio gli incidenti che coinvolgono questi dispositivi rappresentano un problema grave, pure a livello di risarcimenti.

Il fatto è che l’invasione delle tavolette comporta seri guai per la sicurezza stradale.

Ma cosa succede se io, alla guida di un’auto, vengo coinvolto in un sinistro che vede protagonista un monopattinista?

La dinamica dell’incidente non è sempre semplice da determinare, in quanto c’è un utente forte (chi va in auto) e uno debole (chi viaggia sul monopattino) che convivono in una stessa carreggiata. Col rischio di tendere a dare la colpa all’automobilista, per la sola ragione che viaggia in un guscio protetto, al contrario dell’utente debole.

Ecco perché il rilevamento del sinistro nell’immediatezza dei fatti (in real time) assume un ruolo ancora più importante di prima: il conducente dell’auto addirittura rischia il reato di omicidio e lesioni stradali. Se emergono colpe a carico dell’automobilista, ci si può sporcare la fedina penale. Responsabilità che magari non esistono: si tratta di ricostruzioni parziali.

Qui entra in gioco la ricostruzione del sinistro, per ristabilire la verità, definire le colpe, capire chi si farà onere dei risarcimenti assicurativi e chi subirà un processo.

Attenzione: chi (per colpa) causa ad altri una lesione personale violando le norme sulla disciplina della circolazione stradale è punito con la reclusione da tre mesi a un anno. E da uno a tre anni per le lesioni gravissime.

Bisogna anche ricordarsi che l’omicidio stradale (per un incidente fra auto e monopattino) non viene necessariamente aggravato dall’alcol o dalla droga. Ma anche da una velocità pari o superiore al doppio di quella consentita e comunque non inferiore a 70 km/h. O dal passaggio col semaforo rosso. Se si viene accusati di aver commesso un’infrazione del genere, sarà necessario cercare di tutelarsi in tutte le sedi.

Se la responsabilità è del monopattino?

Il discorso si complica se il monopattinista causa un incidente. Non ha targa, patente, Rca: dovrà sborsare di tasca propria il risarcimento. Il rischio è che respinga le responsabilità. L’alternativa è che il monopattinista abbia stipulato una polizza accessoria facoltativa.

Va pur tenuto presente che si è pionieri nel settore: sono le prime controversie, con le prime richieste di risarcimento e relative eventuali controversie. Farà tutto giurisprudenza, andando a orientare le decisioni future dei magistrati. Ma la materia è molto complicata: di certo, nulla a che vedere con le procedure del risarcimento diretto che vede coinvolte due vetture. Anche se pure in questo caso, in situazioni particolari o quando le parti non raggiungano un accordo bonario, l’aiuto di una ricostruzione in real time da parte di un esperto (perito, ricostruttore) in infortunistica sarebbe fondamentale.

Il consiglio: in caso di sinistro risulta importante prestare innanzitutto soccorso alle persone infortunate e chiamare nell’immediatezza le autorità (Polizia municipale, carabinieri, polizia stradale, ecc.). Scattare delle foto della area dell’incidente può essere importante ai fini di ricostruirne le fasi precedenti all’impatto tra i veicoli.

Copyright © foto: Andriy Popov

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.