Assicurazione, DDL Concorrenza e mobilitazionedecretorcauto

Aderire alla Carta di Bologna!

carta_di_bologna_hires

Buongiorno egregi colleghi,

è giunto il momento di fare le “giuste valutazioni”! Continuare ad essere servitori delle Compagnie assicurative oppure riconquistare la nostra professione. In tal senso Vi invito a condividere ed aderire ai principi della Carta di Bologna, come già hanno fatto alcune associazioni e sindacati di categoria.

Prima l’ASSOPEC, il SICESA ed il SIPA, ora è la volta di PERITI AUTO come di seguito riportato:

“Il 17 febbraio 2014, Periti Auto, Associazione di Categoria dei Periti Assicurativi ha aderito ai principi della Carta di Bologna. Ha quindi dato il proprio supporto ai principi in essa elencati con particolare riferimento all’ultimo enunciato aggiunto “terzietà nella valutazione del danno”. Tale argomento è molto caro a tutti i periti italiani, che più di ogni altro soggetto capiscono l’importanza per loro ma anche per l’utenza tutta, di una figura estranea agli interessi delle parti, nella valutazione del danno.

Basti dire che lo stesso perito che valuta un danno per la Compagnia di assicurazione e per il Giudice, effettua due stime completamente diverse!

La prima usando un modello imposto dalle compagnie che cerca di relegare il danno alle sole spese di riparazione del mezzo usando un costo orario sempre più basso di quello praticato dalle carrozzerie di piazza.

La seconda rispondente ad un quesito completo che considera tutte le voci di danno, quali fermo tecnico,  spese di riparazione e degrado del mezzo ed usando i parametri medi di piazza.

La “Carta di Bologna” ha avuto dei promotori che volevano abolire le imposizioni dell’art. 8 del decreto “Destinazione Italia”, ma sta diventando un documento che riassume tutti gli interessi degli artigiani, dei carrozzieri, degli automobilisti, dei cittadini, dei periti e di tutti i cittadini in pratica, contro lo strapotere delle compagnie di assicurazione che in Italia riescono letteralmente a “dettare legge”. I Periti Auto oltre ad aver visto con favore l’inserimento di questo argomento di recriminazione propongono la libera circolazione delle polizze assicurative tra i paesi dell’unione europea ed auspicano che anche tale proposta sia inserita nel documento”. (tratto da: Periti auto).

Per ulteriori informazioni sulla Carta di Bologna clicca qui.

Annunci

4 pensieri riguardo “Aderire alla Carta di Bologna!”

  1. PERITI assicurativi,fuori dal circuito delle Imprese assicuratrici.LIBERI autonomi,INDIPENDENTI,TERZI ed IMPARZIALI al SERVIZIO del Cittadino-Consumatore libera SCELTA del Perito RCauto come in Europa.

  2. VEDI ci sono molti nutriti gruppi Parlamentari dal PD Camera Deputati,al Senato Gruppo Misto GAL,anche FI Camera ,HANNO PROPOSTO con vari EMENDAMENTI, l’ABROGAZIONE dell’art n.156,comma 2° del Codice delle Assicurazioni D.lgs n.209/2005,…PROPOSTO AVANZATA anche da AICIS di Milano.
    VEDETE i Periti LIQUIDATORI Junior (gia’ sfornati i primi 250 uomini senza abilitazione Consap) sono al lavoro dalla fine di luglio 2013…e col tempo invaderanno l’Italia….

  3. Sarebbe realmente una grande opportunità, ma secondo Voi le Compagnie che gestiscono in Italia potrebbero dare il via ad una così importante gestione di terzietà. Mi auguro tutto il bene che ne possa venire fuori, affinchè realmente i PERITI non sia più schiavi delle Compagnie, ma dei veri professionisti come succede all’estero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.