Il #pedone ha sempre ragione?

37602461 - road safety, man about to be hit by a car, vector illustration

Il pedone è il più vulnerabile degli utenti della strada non avendo alcun tipo dispositivo di sicurezza in caso di incidente. In Italia due pedoni al giorno in media perdono la vita, perché investiti mentre attraversano la strada. Con l’articolo che pubblichiamo, puntiamo ancora una volta ad innalzare il livello di attenzione sulla fondamentale importanza della educazione stradale. Nei prossimi articoli ci dedicheremo ad altri argomenti relativi alla sicurezza stradale tra i quali quello relativo alla sicurezza dei ciclisti, ecc…

Ecco cosa stabilisce l’art. 190 del Codice della Strada (CdS)

Immagine 2In base al CdS il termine “pedone” indica l’utente della strada che si muove a piedi senza utilizzare alcun tipo di mezzo di trasporto. Per lui, il CdS stabilisce dunque delle norme di comportamento all’art. 190 a cui si accompagnano dei segnali verticali e orizzontali a lui dedicati ed una serie di spazi interni o esterni alla carreggiata atti a garantirgli la possibilità di muoversi in sicurezza.

Le regole di comportamento

I pedoni devono circolare sui marciapiedi, sulle banchine, sui viali e sugli altri spazi per essi predisposti; qualora questi manchino, siano ingombri, interrotti o insufficienti, devono circolare sul margine della carreggiata opposto al senso di marcia dei veicoli in modo da causare il minimo intralcio possibile alla circolazione. Fuori dei centri abitati i pedoni hanno l’obbligo di circolare in senso opposto a quello di marcia dei veicoli sulle carreggiate a due sensi di marcia e sul margine destro rispetto alla direzione di marcia dei veicoli quando si tratti di carreggiata a senso unico di circolazione. Da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere, ai pedoni che circolano sulla carreggiata di strade esterne ai centri abitati, prive di illuminazione pubblica, è fatto obbligo di marciare su unica fila.

I pedoni, per attraversare la carreggiata, devono servirsi degli attraversamenti pedonali, dei sottopassaggi e dei sovrapassaggi. Quando questi non esistono, o distano più di cento metri dal punto di attraversamento, i pedoni possono attraversare la carreggiata solo in senso perpendicolare, con l’attenzione necessaria ad evitare situazioni di pericolo per sé o per altri.

È vietato ai pedoni attraversare diagonalmente le intersezioni; è inoltre vietato attraversare le piazze e i larghi al di fuori degli attraversamenti pedonali, qualora esistano, anche se sono a distanza superiore a quella indicata al punto precedente.

È vietato ai pedoni sostare o indugiare sulla carreggiata, salvo i casi di necessità; è, altresì, vietato, sostando in gruppo sui marciapiedi, sulle banchine o presso gli attraversamenti pedonali, causare intralcio al transito normale degli altri pedoni.

I pedoni che si accingono ad attraversare la carreggiata in zona sprovvista di attraversamenti pedonali devono dare la precedenza ai conducenti.

È vietato ai pedoni effettuare l’attraversamento stradale passando anteriormente agli autobus, filoveicoli e tram in sosta alle fermate.

Le macchine per uso di bambini o di persone invalide, anche se asservite da motore, con le limitazioni di cui all’articolo 46 del CdS, possono circolare sulle parti della strada riservate ai pedoni, secondo le modalità stabilite dagli enti proprietari delle strade ai sensi degli articoli 6 e 7 del CdS.

La circolazione mediante tavole, pattini od altri acceleratori di andatura è vietata sulla carreggiata delle strade.

È vietato effettuare sulle carreggiate giochi, allenamenti e manifestazioni sportive non autorizzate. Sugli spazi riservati ai pedoni è vietato usare tavole, pattini od altri acceleratori di andatura che possano creare situazioni di pericolo per gli altri utenti.

Le violazioni comportamentali da parte dei pedoni prevedono una sanzione amministrativa che va da euro 25 a euro 99.

Consigli utili per la sicurezza del pedone

Il pedone deve:Immagine 3

Camminare nella parte interna del marciapiede e non in prossimità del bordo;

Camminare, quando il marciapiede è mancante, vicino al bordo sinistro della carreggiata ed in fila indiana, così da vedere i veicoli che sopraggiungono a lui frontalmente;

Farsi sempre vedere, sia quando è sul marciapiede, sia quando attraversa la strada, specialmente se ci sono dei veicoli parcheggiati;

Attraversare la strada posteriormente all’autobus in sosta e non anteriormente ad esso, perché sbucando repentinamente, rischia di non essere visto in tempo, col pericolo di rimanere investito da un veicolo intransito.

Il pedone non deve:

Sostare in gruppo sul marciapiede;

Ostacolare gli altri pedoni costringendoli a scendere dal marciapiede;

Usare pattini o biciclette sul marciapiede;

Mai dimenticare di farsi vedere e di far capire quali sono le sue intenzioni, servendosi,  ove necessario, anche di un cenno della mano.

Inoltre, il pedone nell’attraversare la strada deve:Immagine 4

Utilizzare sempre le strisce pedonali; se queste sono più lontane di cento metri, deve attraversare in modo perpendicolare, dando la precedenza a tutti i veicoli che sopraggiungono.

Farlo sempre lontano da una curva, così da essere visibile;

Avere prudenza quando attraversa sulle strisce, pur sapendo di avere la precedenza su tutti i veicoli, perché se sta sopraggiungendo un veicolo che, per la velocità con cui procede, non può fermarsi in tempo e in sicurezza, conviene che attenda sul marciapiede e attraversi dopo che è transitato.

Evitare di parlare al telefonino o ascoltare la musica con gli auricolari, per evitare di distrarsi.

Immagine 5Il pedone per attraversare la strada in sicurezza deve:

Fermarsi al limite del marciapiede e guardare a sinistra che non arrivino dei veicoli;

Poi guardare a destra se non sopraggiungano veicoli;

Guardare  nuovamente  a  sinistra  e  se  non  arrivano  veicoli  può  iniziare  ad  attraversare sino  a  circa  metà attraversamento;

Guarda nuovamente a destra e se la strada è ancora libera finisce di attraversare.

Per maggiore sicurezza conviene che attraversi solo quando è certo che i veicoli, provenienti da sinistra e da destra, si siano completamente fermati (è il caso dei bambini e degli anziani).

Infine, il pedone deve ricordare che:

Per maggiore sicurezza occorre sempre farsi vedere;

La strada è pubblica, quindi tutti hanno il diritto di trovarla pulita e transitabile in sicurezza;

Il marciapiede è lo spazio usato esclusivamente dal pedone e non può essere da lui utilizzato quando è alla guida di veicoli come biciclette, scooter, motociclette, ecc…

Foto copertina: morphart / 123RF Archivio Fotografico
Altre immagini: fonte web
Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...