Risarcimento danni

Risarcimento diretto: quando richiederlo?

Chi è vittima di un incidente può sfruttare una procedura più veloce per ottenere la liquidazione del danno al proprio veicolo in modo rapido: il risarcimento diretto. Il rimborso lo effettua la compagnia di chi ha subìto il sinistro, e non l’assicurazione del responsabile dell’incidente. La quale regolerà contabilmente i rapporti economici con impresa di assicurazione del responsabile mediante la cosiddetta stanza di compensazione. Per maggiori informazioni clicca qui.

  • REQUISITI

Il risarcimento diretto però scatta solo a determinate condizioni. I requisiti affinché il risarcimento diretto scatti sono diversi.

  1. L’incidente è avvenuto in Italia.
  2. l sinistro con urto si è verificato tra due veicoli a motore.
  3. Entrambi i mezzi devono essere immatricolati in Italia.
  4. Entrambi i mezzi devono essere identificati e regolarmente assicurati.
  5. Le compagnie devono aderire alla procedura Card (Convenzione tra assicuratori per il risarcimento diretto).
  6. Se ci sono feriti, la procedura resta applicabile nel caso di lesioni lievi fino al 9% di invalidità permanente.
  • TEMPISTICHE
  1. Quando l’impresa assicuratrice riceve la richiesta di risarcimento danni (modello CAI compreso), ha 30 giorni per inviare l’offerta risarcitoria all’automobilista danneggiato se il modello CAI è stato sottoscritto da entrambi i conducenti (cosiddetto doppia firma).
  2. Invece, i termini per l’invio dell’offerta di risarcimento passano a 60 giorni se il modello CAI è sottoscritto solo da uno dei conducenti (cosiddetto a firma singola). Attenzione in tal caso si dovranno fornire ulteriori elementi probatori affinché si venga risarcito in parte o totalmente.
  3. I termini passano a 90 giorni quando si tratta di danni fisici fino al 9% di invalidità (cosiddetti di lieve entità). Tale termine parte o viene conteggiato da quando il danneggiato produce il certificato di avvenuta guarigione e la documentazione medica completa.
  • OSSERVAZIONI
  1. Il danneggiato che accetta l’offerta risarcitoria, otterrà un pagamento nei 15 giorni successivi alla comunicazione. In caso di mancata accettazione potrà trattenere l’importo come offerta e richiedere l’integrazione dei danni subiti.
  2. Vale tuttavia la pena considerare se farsi aiutare da un esperto: un legale, uno studio di infortunistica stradale, un patrocinatore stragiudiziale.
  3. Ricordarsi infine che le norme Rc auto sono complicatissime e che l’offerta della compagnia seppur veloce, non è detto che sia satisfattiva!

Per saperne di più sull’argomento vi propongo un video sintetico a cura di Melania D’anca

Copyright © foto: tomaccojc 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.